(+39) 06.86.95.6900 info@microcredito.gov.it

RESPONSABILE PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE
D.lgs. n.33/2013 Art. 43 c. 1

Responsabile della prevenzione della corruzione: Min. Sebastiano Salvatori, già Vice Segretario Generale dell'Ente

Responsabile della trasparenza: Min. Sebastiano Salvatori, già Vice Segretario Generale dell'Ente

Tel. 06.45541300

Atto di nomina: CdA del 30 gennaio 2014

Per assicurare l'accesso civico è stata istituita una e-mail dedicata alla trasparenza trasparenza@microcreditoitalia.org alla quale cittadini ed utenti possono rivolgersi per tutti gli aspetti e/o chiarimenti connessi alla presente sezione Amministrazione Trasparente dell'Ente Nazionale per il Microcredito.

Il titolare del potere sostitutivo, attivabile solo nei casi di ritardo o di mancata risposta della responsabile della trasparenza è il dott. Riccardo Graziano, Segretario Generale dell’Ente (email: segretariato.generale@microcreditoitalia.org Tel. 0645541300). 

 

PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E RELAZIONE ANNUALE DEL RESPONSABILE PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE
Circolare ANAC 18/02/2015 e art. 1 c. 14 Legge 190/2012

Piano integrato anni 2017-2019  (A partire dall'anno 2017 il Piano Triennale della Corruzione è confluito nel Piano Integrato anno 2017-2019)

Piano Triennale della Corruzione anno 2014-2016

Relazione annuale RPC per l'anno 2014

Relazione annuale  RPC per l'anno 2015

Relazione annuale  RPC per l'anno 2016

La presente scheda si basa su un modello predisposto dall'autorità nazionale anticorruzione con la linea di indirizzo del 12 dicembre 2014 ai sensi dell'art. 1, comma 14 della Legge n. 190/2012 e del Piano Nazionale Anticorruzione.

ACCESSO CIVICO, ACCESSO GENERALIZZATO E ACCESSO DOCUMENTALE
D.Lgs 33/2013, L. 241/90, Anac linee guida FOIA 1309/2016

Allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche e di promuovere la partecipazione al dibattito pubblico, chiunque ha diritto di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti secondo quanto previsto dall'articolo 5-bis del medesimo decreto legislativo. Tale disposizione si esplica in diverse tipologie di accesso: l’accesso civico e l’accesso generalizzato. L’accesso civico è circoscritto ai soli atti, documenti e informazioni oggetto di obblighi di pubblicazione, mentre l’accesso generalizzato è esercitabile relativamente ai dati e documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli per i quali non sussista uno specifico obbligo di pubblicazione. Permane l'esercizio del diritto d'informazione, di accesso e di partecipazione al cittadino di cui alla Legge 7 agosto 1990, n.241 (cosiddetto accesso documentale).

a) Modalità per l’esercizio di accesso civico
L'istanza può essere trasmessa per via telematica, secondo le modalità previste dal decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, e s. m. ., compilando il modulo per l’accesso civico (accesso.civico.doc) ed è presentata all'ufficio del Segretariato Generale, dott. Riccardo Graziano (tel. 06.83606132, e.mail segretariato.generale@microcredito.gov.it, PEC microcreditoialia@pec.it). L’amministrazione entro 30 giorni procede alla pubblicazione nel sito del documento, dell’informazione o del dato richiesto e lo trasmette contestualmente al richiedente, ovvero comunica al medesimo l’avvenuta pubblicazione, indicando il collegamento ipertestuale a quanto richiesto. Se il documento, l’informazione o il dato richiesti risultano già pubblicati nel rispetto della normativa vigente, l’amministrazione indica al richiedente il relativo collegamento ipertestuale. Nei casi di diniego dell'accesso o di mancata risposta entro il termine indicato, il richiedente può presentare richiesta di riesame al Responsabile della Trasparenza, (tel. 06.83606132, e.mail trasparenza@microcredito.gov.it, PEC microcreditoialia@pec.it).
 
b) Modalità per l’esercizio dell’accesso generalizzato
L'istanza può essere trasmessa per via telematica, secondo le modalità previste dal decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, e s. m., compilando il modulo per l’accesso generalizzato (accesso.generalizzato.doc), ed è presentata all'ufficio del Segretariato Generale, dott. Riccardo Graziano, (tel. 06.83606132, e.mail segretariato.generale@microcredito.gov.it, PEC microcreditoialia@pec.it). L’amministrazione entro 30 giorni, in caso di accoglimento dell’istanza, procede alla trasmissione dei dati, documenti o informazioni  richiesti. Nei casi di diniego dell'accesso o di mancata risposta entro il termine indicato, il richiedente può presentare richiesta di riesame al Responsabile della Trasparenza, (tel. 06.83606132, e.mail trasparenza@microcredito.gov.it, PEC microcreditoialia@pec.it).
 
c) Modalità per l’esercizio dell’accesso documentale
L'istanza può essere trasmessa per via telematica o postale nello spirito della Legge 7 agosto 1990, n.241 compilando il modulo per l’acceso documentale (accesso.documentale.doc), ed è presentata all'ufficio del Segretariato Generale, dott. Riccardo Graziano, (tel. 06.83606132, e.mail segretariato.generale@microcredito.gov.it, PEC microcreditoialia@pec.it). L’amministrazione entro 30 giorni, in caso di accoglimento dell’istanza, procede alla trasmissione dei dati, documenti o informazioni  richiesti. Nei casi di diniego dell'accesso o di mancata risposta entro il termine indicato, il richiedente può presentare richiesta di riesame al Responsabile della Trasparenza, Mi. Sebastiano Salvarori, (tel. 06.83606132, e.mail trasparenza@microcredito.gov.it, PEC microcreditoialia@pec.it). L’amministrazione entro 30 giorni, in caso di accoglimento dell’istanza, mette a disposizione dellinteressato i documenti e le informazioni richieste.

Al 30 giugno 2017 non risultano pervenute istanze di accesso civico.

ACCESSIBILITA' E CATALOGO DEI DATI, METADATI E BANCHE DATI
D.Lgs 82/2005 e D.Lgs. 179/2016

L'accessibilità, in informatica, è la capacità di un dispositivo, di un servizio o di una risorsa d'essere fruibile con facilità da una qualsiasi tipologia d'utente. Il termine è comunemente associato alla possibilità anche per persone con ridotta o impedita capacità sensoriale, motoria o psichica (ovvero affette da disabilità sia temporanea, sia stabile), di fruire dei sistemi informatici e delle risorse software a disposizione. l'Ente monitora e implementa costantemente lo stato di accessibilità del proprio sito anche grazie alle comunicazioni periodiche del Ministero dello Sviluppo Economico, quale Ministero vigilante, sull'attuazione della normativa in materia di trasparenza. Il citadino inoltre può comunicare qualsiasi disservizio o dato incompleto o mancate anche al al Responsabile della Trasparenza(tel. 06.83606132, e.mail trasparenza@microcredito.gov.it, PEC microcreditoialia@pec.it).

- Al 30 giugno 2017 l'Ente Nazionale per il Microcredito non utilizza nè detiene cataloghi di dati, metadati definitivi e banche dati, fatta salva la pubblicazione biennale sullo stao dello strumento del microcredito in Italia.
- Al 30 giugno 2017 l'Ente Nazionale per il Microcredito non ha adottato un regolamento di disciplina di accesso telematico ed al riutilizzo dei dati. E' pertanto consentito il libero download delle informazioni pubblicate sul sito dell'Ente.
- Al 30 giugno 2017 in assenza di una pianta organica attuata l'Ente Nazionale per il Microcredito non ha previsto progetti di telelavoro.

ATTI DI ACCERTAMENTO DELLE VIOLAZIONI 
D.lgs. n.33/2013 art. 18, c. 5 
 
Alla data del 30 giugno 2017 non sono state accertate violazioni delle disposizioni di cui al D.lgs. n.33/2013.

 

EVOLUZIONE NORMATIVA DEL MICROCREDITO IN ITALIA

Si riportano le principali normative sul microcredito in Italia elencate in ordine crescente

Risoluzione 53/197 del 22 febbraio 1999 dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite

Risoluzione 58/221 del 19 febbraio 2004 dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite

Comma 8, Articolo 4-bis, Legge 11 marzo 2006, n. 81

Commi 185-187, Articolo 2, della Legge 24 dicembre 2007, n. 244

Comma 4-bis, Articolo 2, della Legge 3 agosto 2009, n. 102

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27 novembre 2008

Risoluzione del 15 dicembre 2009 del Parlamento Europeo

Comma 31, Articolo 7, del Decreto Legge 31 maggio 2010, n.78

Direttiva Presidenza del Consiglio dei Ministri del 2 luglio 2010

Comma 4-bis, Articolo 8 della Legge 12 luglio 2011, n. 106

Comma 7-bis, Articolo 39 della Legge 22 dicembre 2011, n. 214

Articoli 111-113 del Testo Unico Bancario

Comma 10-bis, Articolo 23 della Legge 17 dicembre 2012, n. 221

Tabella 3 della Legge 24 dicembre 2012 n. 229 con emendamento approvato

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 22 gennaio 2013

Decreto  17 ottobre 2014, n. 176  MEF (GU n.279 del 1-12-2014)

Decreto 24 dicembre 2014 MISE (GU n.27 del 3-2-2015)

Decreto 29 dicembre 2014 MEF bilancio di previsione 2015 e triennio 2015-2017

Decreto 18 marzo 2015 MISE (GU Serie Generale n.107 del 11-5-2015)

Provvedimento Banca d’Italia 3 giugno 2015 - Iscrizione e gestione dell’elenco degli operatori di microcredito

Rapporto annuale di valutazione PON/GAS 2015

Linee Guida Ente Nazionale per il Microcredito

Legge 1 dicembre 2016 n. 225 (GU Serie Generale n.282 del 2-12-2016 - Suppl. Ordinario n. 53)