Cammini e percorsi

 

nota informativa sulle attività dell’ENM  COLLEGAMENTO ALL'AGENZIA DEL DEMANIO

 

Tra le molteplici azioni di sviluppo, l’Agenzia del Demanio ha avviato, in collaborazione con Invitalia, ANCI/FPC, MiBACT, MiSE e altri soggetti pubblici e privati interessati, il progetto Valore Paese – DIMORE, per la valorizzazione di immobili pubblici di pregio storico, artistico e paesaggistico, localizzati in ambiti di interesse turistico, culturale e ambientale, ponendosi come nodo di accoglienza dei flussi di domanda più sensibili alla fruizione dei beni culturali e naturali, puntando allo sviluppo dei territori e alla promozione delle eccellenze italiane: paesaggio, arte, storia, musica, moda, design, sport, industria creativa, innovazione, enogastronomia.

In tale ambito si inseriscono le iniziative a rete Valore Paese – FARI 2015 e Fari, Torri ed Edifici Costieri 2016- 2017, ispirate ad un modello rispettoso del paesaggio e delle identità territoriali e finalizzate a proporre sul mercato immobili per lo sviluppo di una forma di turismo sostenibile, legata alla cultura dell’ambiente costiero e del mare.

Più di recente è stato avviato il progetto Valore Paese – CAMMINI e PERCORSI, promosso di concerto tra MIBACT, MIT, ANAS S.p.A. e Agenzia del Demanio, in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, ed inquadrato nell’ambito del Piano Strategico di Sviluppo del Turismo 2017-2022, a supporto del Sistema Nazionale delle Ciclovie Turistiche e del Piano Straordinario della Mobilità Turistica.
CAMMINI E PERCORSI è un’iniziativa che si inserisce nelle tematiche connesse a RIGENERAZIONI CAMMINI E PERCORSI COOPERATIVI

 

Si tratta di un progetto a rete che punta al RECUPERO di beni pubblici situati lungo cammini storico-religiosi e percorsi ciclopedonali e al loro RIUSO per nuove attività a servizio del viaggiatore (camminatore, ciclista, pellegrino, etc.) nonché di animazione sociale e culturale degli itinerari scelti. L’iniziativa si inserisce nell’ambito delle politiche di sviluppo dei territori e della promozione dell’imprenditorialità turistica, obiettivo primario per il rilancio economico del Paese, favorito anche dalla recente disciplina normativa di cui al D.L. n.83/2014 conv. in L. n.106/2014 (c.d. D.L. Turismo e Cultura), nel dicembre 2015 è stato firmato un Protocollo d’Intesa tra MIBACT, MIT, ANAS S.p.A. e Agenzia del Demanio per l’avvio di un progetto di valorizzazione a rete di immobili di proprietà dello Stato, di altri Enti pubblici e di
Anas S.p.A. situati lungo CAMMINI E PERCORSI di carattere sia storico-religioso che ciclopedonale, legato al tema dello slow travel, per la scoperta di territori, attraverso circuiti lenti e una mobilità dolce, focalizzando l’attenzione sulle destinazioni minori.

L’iniziativa è inquadrata nell’ambito del Piano Strategico del Turismo 2017-2022 e del Sistema Nazionale delle Ciclovie
Turistiche/Piano Straordinario della Mobilità turistica.
L’iniziativa trova attuazione, per le predette finalità, con la pubblicazione dei bandi di gara per l’affidamento in concessione degli
immobili situati lungo i cammini e percorsi individuati, che per quanto riguarda i beni di proprietà dello Stato e di altri Enti pubblici
seguirà due iter:

  • concessione gratuita ex art. 11 co. 3 D.L. n. 83/2014, conv. in L. n. 106/2014 ad imprese, cooperative e associazioni giovani,
    finalizzata proprio alla realizzazione di circuiti nazionali di eccellenza e alla promozione di percorsi pedonali, ciclabili e
    mototuristici;
  • concessione di valorizzazione ex art. 3-bis D.L. n. 351/2001, conv. in L. n. 410/2001, da affidare a privati che siano in grado
    di sostenere importanti costi di investimento per il recupero degli immobili.


L’affidamento degli immobili di Anas S.p.A. troverà applicazione in funzione dei peculiari strumenti di valorizzazione a disposizione
dell’Ente.