Comunicazione del Presidente dell’Ente Nazionale per il Microcredito Mario Baccini ai fornitori di microcredito

Si richiama l’attenzione sull’invito a manifestare interesse per il bando recentemente pubblicato dalla Banca Europea degli Investimenti (BEI), finalizzato ad identificare e selezionare trenta fornitori europei di microcredito che potranno beneficiare dell’assistenza tecnica fornita attraverso il programma Employment and Social Innovation (EaSI), precedentemente denominato Joint Action to Support Microfinance Institutions (JASMINE).

L’invito ha scadenza prevista per il 31 maggio 2015 ed è reperibile sul sito della Banca Europea degli Investimenti (BEI) al link: http://www.eib.org./products/lending/microfinance/non-financial-instruments/index.htm (Launch of Call for Expression of Interest)

 

Si ritiene particolarmente importante che i fornitori italiani di microcredito (siano essi istituzioni di microfinanza, intermediari o strutture bancarie) rispondano a tale invito, candidandosi a partecipare alle attività promosse dalla Commissione Europea, finalizzate a rafforzare le competenze tecniche degli stessi operatori di microcredito.

Il rafforzamento continuo delle competenze è una priorità del settore microfinanziario italiano, anche in considerazione della recente normativa sul microcredito che, oltre ad istituire un elenco di operatori dedicati, rende obbligatori i servizi ausiliari di assistenza e monitoraggio dei soggetti finanziati. 

L’assistenza che l’Europa intende fornire trova complementarità nella azione di Capacity Building e assistenza tecnica realizzata negli ultimi anni dall’Ente Nazionale per il Microcredito a favore della pubblica amministrazione, degli operatori di microcredito e degli stakeholders.   

Con l’occasione si fornisce ulteriore informazione rispetto all’approvazione del Decreto di modifica del Decreto Ministeriale del 24 dicembre 2014, in attuazione del Decreto Legge del 6 dicembre 2011 n°201, art. 39 comma 7-bis, che prevede che una quota delle disponibilità finanziarie del Fondo Centrale di Garanzia a favore delle piccole e medie imprese, sia riservata ad interventi di garanzia in favore del microcredito di cui all’articolo 111 del Testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia.

Sono possibili inoltre operazioni realizzate a valere su sezioni speciali del fondo, incrementate da soggetti pubblici e privati e istituzioni nazionali ed europee, attraverso convezioni realizzate dall’Ente Nazionale per il Microcredito.

Per ulteriori informazioni, è possibile contattare i nostri uffici al n. 06 45541300 (Ufficio Monitoraggio).

Distinti saluti                                                                                                

Mario Baccini

Visualizza la comunicazione ufficiale