(+39) 06.86.95.6900 info@microcredito.gov.it

L’assessore regionale al lavoro e welfare Angela Robbe ha presieduto una conferenza stampa, che si è svolta oggi nella sala oro della Cittadella a Catanzaro, per presentare l'Accordo di collaborazione istituzionale tra Regione Calabria ed Ente nazionale per il microcredito (Enm) finalizzato alla formazione e all'accompagnamento su tutto il territorio calabrese dell'autoimprenditorialità dei giovani NEET (not (engaged) in education, employment or training. Giovani cioè non impegnati nello studio e senza lavoro).

All’incontro con i giornalisti sono intervenuti anche il direttore generale del Dipartimento lavoro, formazione e politiche sociali Fortunato Varone, Francesco Verbaro e Nicola Patrizi rispettivamente responsabile scientifico e project manager dell’Ente nazionale per il microcredito.
“Si tratta – ha esordito l’assessore Robbe – di un altro degli strumenti messi a disposizione per la realizzazione di politiche attive per il lavoro allo scopo di dare una possibilità di futuro a questi giovani che non studiano e non lavorano. Misure che si vanno sempre più qualificando e che arrivano in maniera più chiara ai destinatari grazie anche a questo accordo con l’Ente nazionale del microcredito e alle collaborazioni avviate con i soggetti istituzionali dei ripsettivi territori. Oggi - ha rimarcato ancora la Robbe – puntualizziamo un pezzo di percorso pe l’autoimpiego ma non sarà l’unico perché vogliamo allargare i modelli d’intervento affinché nessuno rimanga tagliato fuori da un percorso che accompagna al lavoro e alla vita”.
Il dirigente Varone ha spiegato che la proposta progettuale definisce percorsi di accompagnamento all’autoimpiego ed all’auto imprenditorialità “Yes i start up Calabria”. “Il finanziamento dell'operazione – ha affermato il direttore generale - ammonta a 1.200.000,00 di euro. L’obiettivo è di consentire al giovane NEET di strutturare in maniera compiuta la propria idea di impresa formalizzandola in un business plan, anche al fine della successiva presentazione della domanda di finanziamento sul portale Invitalia, attraverso la misura 7.1 per l’accesso alla misura 7.2. del Pon Iog – Fondo SELFIEmployment”.
Francesco Verbaro ha spiegato che “il progetto è attuato sotto la responsabilità dell’Ente nazionale del microcredito su tutto il territorio calabrese per il tramite di soggetti partner, appositamente individuati dell’Enm nell’ambito della propria rete di partenariato e collaborazioni già attive con enti, associazioni, strutture formative ed altri organismi pubblici e/o privati, rappresentativi di realtà datoriali, sindacali ed ordini professionali, ed attraverso un avviso pubblico aperto a tutti i soggetti che nella regione hanno la capacità di garantire l’erogazione di percorsi formativi per i giovani NEET registrati a Garanzia Giovani in Regione Calabria. Di fatto - ha aggiunto – il modello di intervento mutuato dal progetto Yes I start up, prevede la definizione di un percorso formativo e di accompagnamento che assicuri la predisposizione di un business plan idoneo per la presentazione di un progetto d’impresa concreto. Questa la scommessa”.
Il quadro strategico è stato illustrato da Nicola Patrizi il quale ha rimarcato che “si punta su percorsi formativi mirati e di qualità che dovranno concludersi con la redazione di un progetto in linea con quanto previsto dalle misure di finanziamento dello start-up d’impresa, anche per generare un effetto sinergico e positivo tra differenti azioni. Attualmente abbiamo 16 enti attuatori accreditati. È comunque necessario lavorare di più con Centri per l’impiego. Il target stimato è di 50 percorsi formativi con un coinvolgimento complessivo di circa 375 allievi (stima non vincolante calcolata su una media di 7,5 allievi per corso, con un minimo di 4 e un massimo di 12). Abbiamo una struttura di monitoraggio che ci consente di verificare cosa succede nelle aule. L’Enm – ha infine assicurato Patrizi - si impegna in ogni caso a mettere in campo tutte le azioni utili al superamento del predetto target in modo da contribuire il più possibile al raggiungimento degli obiettivi del Programma”

 

Fonte: http://www.regione.calabria.it/website/portaltemplates/view/view.cfm?10142

Confcooperative Puglia rende noto che “Leader scc”, ente formatore di riferimento dell’associazione, è stato accreditato quale soggetto attuatore del bando “Yes I Start Up”. Si tratta di un intervento progettuale promosso da ANPAL, Agenzia Nazionale per le Politiche Attive per il Lavoro e da ENM, Ente Nazionale per il Microcredito e rivolto ai ragazzi al di sotto dei 29 anni, disoccupati e non impegnati in percorsi di studio, interessati all’opportunità di creare un’impresa. http://mediterranews.org/2018/09/yes-start-microcredito-gli-under-29/

MUGNANO – Al Comune di Mugnano arriva lo sportello per il microcredito e l’autoimpiego. Il nuovo servizio ai cittadini, voluto dall’amministrazione Sarnataro, sarà presentato lunedì mattina in aula consiliare. All’iniziativa sarà presente il presidente dell’Ente Nazionale per il Microcredito Dott. Mario Baccini, con il quale il Comune ha siglato uno specifico protocollo d’intesa.

 

http://www.teleclubitalia.it/149752/mugnano-sportello-microcredito/

MUGNANO – Al Comune di Mugnano arriva lo sportello per il microcredito e l’autoimpiego. Il nuovo servizio ai cittadini, voluto dall’amministrazione Sarnataro, sarà presentato lunedì mattina in aula consiliare. All’iniziativa sarà presente il presidente dell’Ente Nazionale per il Microcredito Dott. Mario Baccini, con il quale il Comune ha siglato uno specifico protocollo d’intesa.

 

http://www.ilmeridianonews.it/2018/09/mugnano-arriva-lo-sportello-per-il-microcredito-domani-la-presentazione-al-comune/

Programma di Partenariato Pubblico-Privato
per la valorizzazione della Cittadella di Alessandria

Lo scorso 1° marzo i creatori e promotori di Bergoglio 3.0 • luogo antico vita nuova hanno
illustrato, durante una conferenza stampa e alla presenza delle istituzioni cittadine, le basi e la
direzione del programma dedicato alla Cittadella di Alessandria.
Bergoglio 3.0, in estrema sintesi, è finalizzato alla rigenerazione, alla valorizzazione e
all’indipendenza economico-finanziaria ed energetica sul lungo periodo della fortezza
alessandrina.
Se l’incontro del 1° marzo è stato il primo di una serie di incontri con la Città di Alessandria per
raccontare e approfondire la discussione sul più importante monumento nazionale del
territorio glocale, quello di venerdì 21 settembre 2018 — presso la sala del Broletto di
Alessandria di Palatium Vetus, sede della Fondazione della Cassa di Risparmio di Alessandria
(piazza della Libertà) — si presenta non solo in coerenza con le riflessioni che la comunità locale
sta portando avanti in occasione dell’850° anniversario della fondazione di Alessandria, ma anche
quale importante riflessione nel corrente Anno Europeo del Patrimonio Culturale.

L’evento avrà luogo, dalle ore 9:30 alle ore 15:00, e si articolerà sotto forma di conferenzadibattito
dal titolo “3.R • Roots Renew Relive”.

La giornata è organizzata dai promotori di Bergoglio 3.0 con l’Amministrazione Comunale di
Alessandria, CAE-Culture Action Europe — la rete europea delle organizzazioni culturali — ed 

EURADIA, società europea di consulenza nella direzione, gestione e realizzazione di progetti
europei e multilaterali di alta complessità.
3.R • Roots Renew Relive si svolge nell’ambito del “Cultural Heritage PPP Road Show –
Participatory Processes Between Public and Private” (Il Patrimonio Culturale e i Processi
Partecipativi tra Pubblico e Privato), premiato con il marchio dell’Anno Europeo del Patrimonio
Culturale, ed è dunque dedicata al Partenariato Pubblico-Privato come soluzione per il progetto
Bergoglio 3.0.
Si esploreranno gli strumenti esistenti, possibili e più appropriati, per sostenere il programma di
Bergoglio 3.0 affinché diventi realtà: un percorso per la rigenerazione e la sostenibilità della
Cittadella, una reale opportunità per uno sviluppo culturale, sociale ed economico vero e
profondo, per la Città e l’intero territorio.
Numerose saranno le realtà presenti in occasione della conferenza: il Ministero dei Beni e delle
Attività Culturali nella persona del Sottosegretario di Stato, senatrice Lucia Borgonzoni; alcuni
membri del Parlamento Europeo tra cui gli onorevoli Alberto Cirio e Daniele Viotti; alcuni
funzionari della Direzione Generale della Commissione Cultura dell’Unione Europea tra cui Karel
Bartak, Corinne Rigaud, Barbara Stacher; il Creative Europe Desk Italia, l’Ente Nazionale per il
Microcredito con la presenza del Vice Segretario Generale Giovanni Nicola Pes; il Dipartimento di
Architettura e Design del Politecnico di Torino nella persona della prof.ssa Anna Marotta,
Ordinario di Facoltà; l’Università del Piemonte Orientale con la prof.ssa Roberta Lombardi,
Ordinario di Diritto amministrativo.
Verranno anche presentate — oltre alle linee-guida e agli obiettivi del programma Bergoglio 3.0
— alcune cosiddette “buone pratiche europee" di attività e progetti che hanno già visto la propria
concretizzazione grazie ad un esemplare rapporto tra pubblico e privato.
L’ingresso sarà gratuito e sono state messe a disposizione 70 prenotazioni da confermare sul
sito internet www.bergoglio.org e che garantiranno un posto a sedere e le cuffie audio per la
traduzione simultanea dell’intera conferenza.

COMUNICATO STAMPA

"Yes I start up", al via percorsi formativi per giovani disoccupati „

Le attività di Confimpresa Euromed per il progetto partiranno ad ottobre in diverse città tra cui Agrigento“ "Yes I start up", al via percorsi formativi per giovani disoccupati „ "Yes I start up" è un progetto finanziato da Anpal e l'Ente Nazionale per il Microcredito (ENM), finalizzato alla formazione e all'accompagnamento all'autoimprenditorialità dei giovani neet su tutto il territorio nazionale attraverso un percorso formativo mirato e personalizzato che conduce alla definizione di un' idea di impresa.

L'obiettivo è quello di agevolare i giovani consentendo loro un più rapido accesso alla presentazione della domanda di finanziamento al fondo Selfiemployment o misure analoghe.

L’iniziativa è rivolata ai giovani che hanno una forte attitudine al lavoro autonomo e all’imprenditorialità e la voglia di mettersi in gioco. Per accedere ai finanziamenti bisogna essere: giovani tra i 18 e 29 anni; neet (Not in Education, Employment or Training), cioè senza un lavoro e non impegnati in percorsi di studio o di formazione professionale e iscritti al programma Garanzia Giovani, indipendentemente dalla partecipazione al percorso di accompagnamento finalizzato all’autoimprenditorialità.

Le attività di Confimpresa Euromed per "Yes I start up" partiranno ad ottobre nelle città: Roma, Frosinone, Catania, Palermo, Agrigento, Bari, Racale, Siracusa, Marsala, Sciacca, Alcamo e Caltanissetta.

 

http://www.agrigentonotizie.it/economia/i-start-up-percorsi-formativi-confimpresa-euromed.html

Firmata l'intesa tra i presidenti Baccini e Buccioni Accordo tra Ss Lazio e Enm (Ente Nazionale per il Microcredito), l'educazione finanziaria "sposa" l'attività sportiva. Intesa firmata alla presenza dei rispettivi presidenti, Antonio Buccioni e Mario Baccini.

L’obiettivo dell’Accordo è quello di favorire la formazione e la microimpresa in ambito sportivo, per diffondere la pratica sportiva sul territorio nazionale ed europeo attraverso gli strumenti propri del microcredito, promuovendo progetti e iniziative che facilitino le attività sportive e motorie per ogni fascia di età e di popolazione, con particolare riferimento allo sport giovanile sia per i normodotati che per i diversamente abili. “Questa è una opportunità per coniugare l’attività sportiva, con i suoi valori, alla educazione finanziaria e alla promozione di attività che possano indirizzare i giovani a creare impresa sfruttando idee innovative e promuovendo una cultura del lavoro che valorizzi lo sport - assicura Baccini -

Questa attività è il fulcro della rete che contribuiamo quotidianamente a costruire per valorizzare la via italiana al microcredito”. "Ringrazio il presidente Baccini per la disponibilità. Oggi lo sport italiano, e particolarmente quello gestito dalle società sportive dilettantistiche con così grande passione, ha bisogno di collaborazioni ed iniziative come questa- ha affermato il presidente della SS Lazio, Antonio Buccioni - Chi si apre al mondo dello sport si apre naturalmente ai giovani.

In questo momento storico è proprio a loro, che hanno possibilità di affermazione diversa e problematica rispetto al passato, che un'attenzione in più come quella offerta dal microcredito va apprezzata maggiormente come un'opportunità da cogliere".

http://www.affaritaliani.it/

Avezzano – Quel sogno chiuso nel cassetto o quell’idea più volte rimandata, oggi possono diventare realtà grazie al progetto “Yes I Start Up”, avviato dall’Anpal (Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro) e dall’Ente Nazionale del Microcredito.

L’Agenzia per il lavoro (Apl) di Avezzano, Gruppo Sicurform, ha attivato uno sportello dedicato a questa misura finalizzata alla formazione e all’accompagnamento all’autoimprenditorialità dei giovani NEET, attraverso un percorso formativo mirato e personalizzato per la definizione di un’idea di impresa. I giovani NEET interessati sono ragazzi dai 18 ai 29 anni iscritti al programma SelfiEmployment, (può fare domanda anche chi ha già usufruito di altre misure di Garanzia Giovani), che allo stato attuale non lavorano, non studiano e non si stanno formando.

 

Leggi tutto :https://www.terremarsicane.it/